} S Pink Premium Pointer S Pink Premium Pointer

mercoledì 29 giugno 2022

Recensione "Le tre figlie"

 Buongiorno lettori e lettrici 😁

Oggi sono super felice di presentarvi l'ultima pubblicazione di Anna Dalton "Le tre figlie" che è anche la prima collaborazione con la casa editrice Garzanti che ringrazio moltissimo per la collaborazione. 


le tre figlie

SCHEDA

Titolo: Le tre figlie 

Autrice: Anna Dalton 

Lunghezza stampa: 288 pagine

Lingua: Italiano

Editore: Garzanti

Data di pubblicazione: 14 giugno 2022





Ho amato Anna Dalton come attrice nella serie tv dell' Allieva in cui ha recitato divinamente Cordelia (tra l'altro uno dei miei personaggi preferiti nei libri della serie), ma soprattutto l'ho apprezzata ancora di più dopo aver letto la trilogia dell' Apprendista Geniale.  

Non potevo quindi farmi scappare questo suo nuovo romanzo, molto diverso dalla trilogia che per ora è uno stand-alone di genere romanzo familiare.

Ma poi quanto è bella la copertina? 😀

Ma veniamo alla storia. 

Dalia è un'attrice famosa che ora ha deciso di ritirarsi dagli schermi per vivere la sua vita in tranquillità nella casa Villa Fiorita. La villa in cui abita è lussuosa e ricca di piante e fiori e si trova a Roma, in campagna. 

Dalia manda a tutte e tre le sue figlie (che portano anche loro il nome di un fiore) Iris, Viola e Margherita, una lettera in cui comunica di aver scritto un libro che vuole pubblicare e che riguarda la sua vita. 

Le tre sorelle si allarmano perché la madre non può rendere pubblica tutta la sua vita e quindi anche la loro e far conoscere a tutti i segreti di famiglia, così decidono di partire e andare a Roma, a Villa Fiorita per saperne di più e convincere la madre a non pubblicarlo. 

Per ognuna di loro tornare alla casa d'infanzia significa riaprire vecchi ricordi del passato. 

Il loro padre è morto per una malattia e la loro madre Dalia non è mai stata molto affettuosa e disponibile con loro per via della sua carriera. 

I cancelli della villa si aprono e ad accoglierle c'è Dolores, la governante che le conosce da quando erano bambine e per lei è una gioia rivederle tutte e tre assieme. 

Durante la lettura si conoscono approfonditamente tutte e tre le sorelle, che sono molto diverse tra loro e conducono vite di tipo diverso, anche se a loro modo sono unite una con l'altra. 

Viola sta per diventare suora e vive già in un convento ad Assisi, Margherita è sposata con Guido e ha due figli, ma il suo sogno è la carriera politica e diventare parlamentare, Iris è la sorella più piccola, che vive da sola in un appartamento in compagnia di un gatto e insegna pianoforte. 

Tornare a casa per loro significa anche litigare, le loro strade per vari motivi si erano divise e ora rivedersi porta a chiarirsi su alcuni punti e discuterne faccia a faccia. 

Tutte e tre però sono d'accordo: devono impedire alla madre di pubblicare il libro. 

Delia è felice di vedere le sue figlie riunite a tavola come una volta, lei ora è cambiata, veste in modo diverso e si è affidata a uno scrittore professionista che l'aiutasse a scrivere il libro e a un guru per alleviare la sue tensioni mediante la meditazione. 

Le tre sorelle pensano che sua madre sia pazza e hanno solo il weekend per farle cambiare idea sulla pubblicazione del romanzo. 

In questo contesto famigliare verranno a galla molti segreti nascosti e le sorelle più volte cederanno alle loro debolezze. Viola riprende il vizio del bere tipico della sua gioventù, Margherita ripensa alla sua vita da moglie e madre prendendo una vacanza prolungata alla villa e Iris riscopre le sue fragilità. 

Ma in tutto ciò la madre pubblicherà il libro? E se i segreti di famiglia si venissero a sapere? 

Mi è piaciuto questo romanzo soprattutto perché è una storia tutta al femminile. Ho amato come sia una storia totalmente diversa dalla trilogia precedente scritta da Anna, questo ha delle protagoniste più mature ed è basato sui segreti di famiglia. 

Per quanto riguarda i personaggi infatti, ho amato come ogni donna (al di là che ognuna ha un nome di un fiore e questo è super cute), sia ben caratterizzata e ben costruita. Ogni donna ha un aspetto fisico e psicologico ben evidenziato e mi sono affezionata a tutte e tre le sorelle, forse un po' di più a Iris per ciò che viene a scoprire e verso di lei ho provato davvero tanta tenerezza. Il loro legame è fatto di alti e bassi come un rapporto normale tra sorelle, ma sono comunque molto unite. 

Per quanto riguarda lo stile trovo che in questo romanzo Anna abbia uno stile più maturo, forse ciò è dato anche per il genere di romanzo in sé, ma ho trovato una scrittura molto più curata, con vari flashback, con le varie caratteristiche dei personaggi che vengono snocciolate pian piano, con una certa suspense che mi invitava a leggere per capire dove andasse a parare la storia e per la curiosità di scoprire tutti i segreti. 

Una menzione la devo fare anche sul finale, secondo me questa storia necessita di un seguito, anche se so che non è previsto. Penso che ci siano molte situazioni che devono essere risolte e soprattutto molti segreti che secondo me devono essere ancora svelati. Questo quindi è un mio invito all'autrice di continuare a scrivere questa saga familiare perché mi piacerebbe leggere ancora di queste sorelle e della loro madre. 

Detto ciò penso che Anna in questo romanzo si sia superata, sia per la scrittura che per la trama stessa. Il romanzo è super coinvolgente e l'ho terminato in soli due giorni. 

Ho anche ritrovato un po' del mio Veneto con la città di Bassano, anche se poi la villa si trova a Roma. 

E' un romanzo che consiglio assolutamente perché è uno specchio di tutte le famiglie della nostra società, con i problemi e i segreti che ogni famiglia ha.

Leggendo il romanzo mi sono affezionata a questa famiglia, ai loro modi, alle loro scelte, a tutti i loro momenti felici e tristi come ci possono essere in ogni famiglia quotidianamente. 

Premio il romanzo per l'originalità, l'intensità e per la complessità come le relazioni familiari sanno essere. 

  

LINK AMAZON

Le tre figlie


TRAMA

Dopo tanti anni, il sontuoso cancello di Villa Fiorita si apre di nuovo per accogliere Margherita, Viola e Iris. Tre sorelle. Tre giovani donne che, per ragioni diverse, si sono lasciate alle spalle la casa in cui sono cresciute e tutto quello che significava per loro. Ma ora è lì che devono tornare. Perché Dalia, la loro madre, vuole scrivere un'autobiografia che racchiude tutta la storia della famiglia. Non solo i dettagli della sua luminosa carriera di attrice che, all'apice della fama, ha deciso di ritirarsi dalle scene; ma anche segreti che le tre sorelle non vogliono che vengano svelati. Perché hanno ormai la loro vita. Perché finalmente nessuno sa chi sono e non sono più circondate da giornalisti e fotografi. Perché quello che è stato è giusto che resti sepolto. La verità non sempre è la scelta giusta. Margherita, Viola e Iris hanno solo un weekend per far cambiare idea a Dalia, una donna che non le ha mai ascoltate perché sempre concentrata su sé stessa. Ma la posta in gioco è troppo alta e loro non sono più tre ragazzine. Sono cresciute e il loro futuro dipende da quello che verrà scritto in quel libro. Solo unite potranno raggiungere il loro obiettivo. Ma il rapporto tra sorelle può essere sia un rifugio sia una prigione e la famiglia a volte è un luogo in cui lasciare che ogni segreto rimanga tale per sempre. Dopo "Apprendista geniale", "La ragazza con le parole in tasca" e "Tutto accade per una ragione", Anna Dalton torna con un romanzo maturo e potente. La storia del legame speciale che unisce tre sorelle. La storia di una madre che ha sempre imposto le proprie scelte. Una storia che racconta le ombre che albergano in ogni famiglia e le luci che colpiscono inaspettate.

Nessun commento:

Posta un commento