} S Pink Premium Pointer

venerdì 21 settembre 2018

L'apprendista geniale

Buonasera cari lettori e lettrici! 😚 Non posso fare a meno di parlarvi di questo libro "L'apprendista geniale" di Anna Dalton

Sicuramente avrete già sentito nominare questo nome, infatti è una giovane bravissima attrice che è comparsa anche recentemente in tv nella serie dell'Allieva

Nonostante abbia una laurea in lettere, questo è il suo primo libro ed è edito da Garzanti.

l'apprendista-geniale
Il romanzo è ambientato a Venezia, città in cui è situato una scuola di giornalismo prestigiosa in una fantastica "Isola dei santi". 

Da quest'isola ci si arriva e ci si può muovere solo con un vaporetto, per questo l'ambientazione del romanzo è abbastanza chiusa e ristretta.

La protagonista si chiama Andrea ed è una ragazza irlandese dai capelli rossi che insegue il suo sogno: diventare giornalista.
Appena arrivata, Andrea si deve ambientare in questa nuova città e soprattutto nella nuova scuola cercando di fare amicizia.

Tanti sono i personaggi e gli amici che incontrerà Andrea, ognuno con le proprie caratteristiche e il proprio carattere, fino ad innamorarsi di un ragazzo "bello e impossibile" dai capelli verdi.

L'autrice ha voluto sottolineare molti temi: la formazione e l'istruzione, utile per crescere e formarsi, l'amicizia, l'amore, la tenacia, la rivalità.

Non voglio svelarvi di più, ma è un romanzo scorrevole, dal linguaggio semplice adatto non solo ai giovani, ma a tutte le fasce d'età

E' stata davvero molto piacevole la lettura, anche perché l'autrice Anna Dalton ha voluto inserire molte citazioni di film, un dettaglio molto particolare!

Essendo una scuola triennale, prevedo che l'autrice continuerà a deliziarci con altre avventure di Andrea e dei suoi amici e non vedo l'ora! :)

LINK AMAZON



TRAMA
Andrea attraversa il cancello del college correndo, mentre la vista di Venezia si perde all’orizzonte. È in ritardo e ancora più maldestra del solito con il pesante borsone sulle spalle. In tasca stringe tra le mani un fogliettino di carta con su scarabocchiato scrivi, scrivi, scrivi. Tre semplici parole che la madre le ha insegnato quando era una bambina e che le danno sicurezza. Parole che, ancora adesso, la guidano verso il suo sogno: diventare una giornalista. Perché, dal giorno in cui è riuscita a tenere la penna in mano, Andrea ha riempito fogli e fogli scrivendo su tutto. Ora finalmente è entrata in una delle scuole di giornalismo più prestigiose. Ci è riuscita solo grazie a una borsa di studio per i suoi ottimi voti. Ma lì quello che ha imparato non basta. Perché tra quelle aule l’ambizione guida ogni cosa e gli studenti sono pronti a tutto per ostacolarla. Per fortuna, accanto a lei, ci sono tre amici che non si sono fermati davanti alla sua timidezza. C’è Marylin che veste sempre di nero, Andre che le sta dietro come la sua ombra. E soprattutto c’è l’enigmatico ragazzo che si fa chiamare Joker. Dietro il suo enorme sorriso si nasconde un segreto che il cuore di Andrea vorrebbe svelare. Con loro accanto si sente più decisa. Eppure la posta in gioco è molto alta. Diventare una giornalista per lei significa tutto. Adesso deve attaccarsi sempre più forte al suo desiderio. Perché non può deludere chi le fa fatto promettere di difenderlo.

domenica 9 settembre 2018

Sice, le bambole non hanno diritti

Buonasera gentili lettori 😊, questa sera vi parlo di un libro di un autore che gentilmente mi ha mandato per una mia valutazione e ne sono grata. 

Si tratta di Fernando Santini e il libro si intitola "Sice, le bambole non hanno diritti" edito da una piccola casa editrice romana, la Dark Zone.

sice-le-bambole-non-hanno-diritti
Già dalla copertina si intuisce che il libro è di genere thriller/giallo, ed è un genere che a me personalmente piace, quindi lo consiglio certamente alle persone che amano questo genere di libri e che sono predisposti a leggere temi delicati, non certo a dei ragazzi. 

La cosa che mi ha colpito di più è il tema che viene trattato fin dall'inizio del romanzo, che è un tema molto attuale: l'immigrazione. 
Il romanzo infatti inizia con un duplice omicidio, quello di un adulto e quello di un bambino immigrato. 

Sarà il compito del vice questore Marco Gottardi e della sua nuova squadra: la SICE (Squadra investigativa crimini efferati) trovare i colpevoli.

Tuttavia, non solo la SICE, ma anche un'altra squadra investigativa cerca di "aiutare" ad arrivare alla verità, la ARCO, anche se i membri agiscono con violenza per arrivare alla giustizia, cosa non molto gradita a Marco Gottardi.

A mio parere è un libro attuale, che rispecchia la realtà, anche se i personaggi e le vicende sono frutto della fantasia dell'autore.
Mi è piaciuto molto perché come i thriller le pagine ti catturano una dopo l'altra e gli argomenti anche se attuali, sono duri e difficili da affrontare e soprattutto a volte da capire. Perché tanta violenza? Perché si pensa ai soldi a scapito delle persone più deboli? Sono molte le domande che mi sono fatta e a cui naturalmente è difficile darsi una risposta.

Non vedo l'ora di rileggere una nuova missione della squadra SICE e di conoscere meglio anche i personaggi della squadra. Chissà in cosa si imbatterà Marco e se troverà l'amore nel prossimo libro...

LINK AMAZON



TRAMA

Il Vice Questore Marco Gottardi ha avuto un passato importante nei reparti operativi della Polizia di Stato. Dopo aver vissuto sulla sua pelle la violenza della lotta alla criminalità si è ritirato a gestire un tranquillo commissariato romano. La sua esperienza e la sua capacità di gestione dei propri uomini non possono, però, essere sprecate. È a lui che i vertici del ministero degli Interni affidano il comando di una nuova unità: la Squadra Investigativa Crimini Efferati. La prima indagine in cui la Squadra sarà coinvolta riguarderà la morte di un regista cinematografico, forse collegata all'uccisione di un adolescente il cui corpo, orrendamente torturato, è stato ritrovato alla foce del Tevere. Nel corso della propria azione investigativa, la S.I.C.E. troverà un alleato, anche se non particolarmente gradito al Vice Questore Gottardi: un'organizzazione segreta denominata ARCO, i cui membri hanno deciso che il fine giustifica i mezzi e che quindi si può usare la violenza per far trionfare la giustizia.