} S Pink Premium Pointer

lunedì 18 giugno 2018

Mia madre non lo deve sapere

Buonasera! 😃 Oggi vi parlo di un libro che non vedevo l'ora di leggere in quanto è il secondo libro di una serie. Il titolo è "Mia madre non lo deve sapere" di Chiara Francini.
Come già scritto anche nella recensione del primo libro "Non parlare con la bocca piena" Chiara Francini la conosciamo tutti come attrice e presentatrice, ma il debutto come scrittrice è una garanzia, in quanto la sua scrittura è colorata e ironica proprio come lei.

In questo secondo romanzo ritroviamo tutti i personaggi del primo: Chiara e il fidanzato Federico si ritrovano in questo condominio, in zona Ghetto di Roma, in un appartamento chiamato Voilà. Qui Chiara vive la sua quotidianità, tra Galatine, gatti, amicizia e personaggi stravaganti, per Chiara l'importante è avere l'affetto della sua famiglia. 

Anche se Chiara è cresciuta con 2 papà Giancarlo e Angelo, in una famiglia "non tradizionale", i personaggi del romanzo sono accomunati dall'affetto e dall'amore dello stare insieme e condividere la vita.

Chiara Francini scrive infatti che "Condividere è come il lievito, fa la felicità profumata e croccante"

La protagonista a un certo punto del libro è costretta a scegliere, leggendo riflettevo che anche questo è un tema fondamentale, tutti noi, tutti i giorni siamo costretti a fare delle scelte, che possono essere giuste o sbagliate, ma scegliamo sempre quella che ci fa stare bene.

Un altro tema di questo secondo romanzo è che Chiara Francini si sofferma sul mondo femminile, parla delle donne, di noi donne moderne, come ama definirle lei "Donne novae" con il carattere e con l'orgoglio di essere tali.

Durante un pranzo conviviale tra una triglia e l'altra, suona il campanello e si presenta Eleonora, la mamma di Chiara.
Viene quindi descritto il rapporto madre-figlia, inizialmente tormentato, ma poi rivalutato.

A mio parere questo secondo libro è molto più profondo del primo, l'ho sentito più mio, più familiare, più vero. E' un libro che parla di incontri, di amore, di persone diverse ma in fondo uguali, come la copertina raffigura, una tazza di the e una di caffè, apparentemente diverse, ma bevande entrambe.
Vi consiglio di leggere questo libro, perché lascia tantissime emozioni!

TRAMA
Chiara lo sa: l'amore guarisce qualsiasi ferita, asciuga ogni lacrima, riassesta le ammaccature dell'anima. Fin da bambina, glielo avevano insegnato i suoi due papà, Giancarlo e Angelo, allevandola a poesia e Galatine, tolleranza e Natale-tutto-l'anno. È grazie a questa palpitante certezza che Chiara riesce di nuovo a sorridere alla vita dopo che babbo Giancarlo ha lasciato per sempre lei, papà Angelo e tutta la loro variegata famiglia di zie eccentriche, Supreme e amiche tatuate. La crisi con Federico, per fortuna, è superata e insieme hanno eletto a loro nuovo nido il Voilà, quella casa nel Ghetto di Roma che tanto era già stata importante per Giancarlo e Angelo. Federico ne adora il bagno per via della carta da parati verde in rilievo, Chiara ci sente tutto il calore di un grembo in cui mettersi in posizione fetale. Ma la vita è un susseguirsi di scherzi, dispetti e imprevisti, e nessun luogo, nemmeno il Voilà, può dirsi sicuro. Un venerdì, infatti, mentre Angelo come d'abitudine frigge triglie per tutti, suona alla porta Eleonora, la mamma-non mamma di Chiara. Con sé ha un trolley e un motivo segreto per cui ha abbandonato Londra. E ora si installa proprio al Voilà. Muta, immobile, rigida presenza. Ingombrantissima, assordante. Ma che cosa vorrà? Sciuperà il germoglio di felicità appena spuntato tra Chiara e Federico? Porterà con sé altre sciagure? Dopo «Non parlare con la bocca piena», prosegue in questo romanzo la storia di Chiara e degli altri personaggi in una trama che va ad arricchirsi di temi e protagonisti nuovi.

LINK AMAZON




venerdì 8 giugno 2018

Sorprendimi

Buongiorno a tutti lettori e lettrici :) Oggi esprimo la mia opinione sul nuovo libro di Sophie Kinsella "Sorprendimi". Chi conosce questa autrice, sa che sto parlando di romanzi leggeri, simpatici e soprattutto d'amore.

sorprendimi
Questo libro è un romanzo singolo, a sè stante, non fa parte infatti della collana "I love shopping", quindi si trovano dei nuovi personaggi.

La trama è molto semplice: racconta di Sylvie, che è la donna disegnata in copertina dai lunghi capelli biondi e di Dan, il marito, che vivono il loro matrimonio nella quotidianità. Hanno due gemelle e la loro è una vita normale, fino a che si recano da un medico che dice loro che probabilmente vivranno altri 68 anni di matrimonio in quanto sono in ottima salute e la statistica dice questo. 

Questo verdetto porta la coppia a riflettere su come possano vivere al meglio possibile tutti quegli anni di matrimonio, su come poter ravvivare il loro amore.
Decidono così di adottare il "programma sorprendimi" cioè di farsi delle sorprese a vicenda, come leggerete alcune avranno un buon esito, altre un po' meno...

Sarà però la scoperta da parte di Sylvie di un cellulare di Dan chiuso in cassetto con vari messaggi a una sua ex fidanzata a far crollare il loro matrimonio?

Per quanto riguarda la mia opinione, i libri di Sophie Kinsella si leggono tutti volentieri, vanno benissimo per rilassarsi e per leggere qualcosa di "leggero". Consiglio naturalmente di leggerlo a chi apprezza il genere romantico.
Lo stile del romanzo è semplice, con molti dialoghi e il lettore viene facilmente attratto dalle pagine e di conseguenza questo permette la continuazione della lettura.

Come sempre vi metto il link Amazon e la trama
Buona lettura!!!





TRAMA

Dan e Sylvie stanno insieme da dieci anni. Matrimonio felice, due splendide gemelle, una bella casa, una vita serena. Sono talmente in sintonia che quando uno dei due inizia a parlare l'altro finisce la frase... è come se si leggessero nel pensiero. Un giorno però, dopo una visita medica di routine, scoprono di essere così in forma che la loro aspettativa di vita è di altri sessantotto anni. Ancora sessantotto anni insieme? Dan e Sylvie sono sconcertati. Non pensavano certo che "finché morte non ci separi" significasse stare insieme così a lungo! Dopo l'iniziale stupore, si instaura tra i due un certo disagio, seguito a ruota dal panico più totale. Decidono dunque di farsi delle "sorprese" per ravvivare fin da subito il loro matrimonio "infinito", per non stufarsi mai l'uno dell'altra... Ma si sa bene che non sempre le sorprese portano al risultato sperato... e in un batter d'occhio sorgono contrattempi poco graditi e malintesi che rischiano di minare le fondamenta della loro unione. E quando cominciano a emergere alcune verità taciute, Dan e Sylvie iniziano a domandarsi se dopo tutto... si conoscono davvero così bene. Qual è la ricetta per un matrimonio felice e longevo? Quale sfida comporta un'unione profonda tra due persone?

venerdì 25 maggio 2018

Novità di Maggio

Buonasera 😉 vi segnalo le novità di Maggio che secondo il mio gusto personale vale la pena non farsele scappare!!! 
Fatemi sapere che ne pensate!
Vi ricordo che potete seguirmi su Facebook, Twitter e Google + e che potete iscrivervi anche qui a destra 👉su "lettori fissi" 
Grazie 😘

tutta-la-vita-che-vuoi
TRAMA
Ci sono attimi che contengono la forza di una vita intera. E Filippo vive uno di quei momenti il giorno in cui, per la prima volta, riesce a rispondere al professore che lo umilia da sempre.

Fuggito da scuola vuole solamente raggiungere Giorgio, il suo migliore amico, che si sta domandando perché non sia riuscito a piangere al funerale del fratello. Sono solo due adolescenti, ma sono in lotta contro il mondo da cui non vogliono più essere sopraffatti. E, mentre sono fermi in macchina a un parcheggio, arriva una ragazza che corre a perdifiato verso di loro. 

È Clo che ha appena rubato un telefonino, perché quello è il modo per spezzare la pioggia che sente dentro. Basta uno scambio di sguardi e i tre si capiscono, si riconoscono, si scelgono. 

La voglia di cambiare è impressa nei loro volti. Quello è il momento giusto per prendere coraggio e seguire i desideri. Clo sa come aiutarli. Basta scrivere su un biglietto cosa potrebbe renderli felici. 

Lei ha lo zaino pieno di motivi per cui essere grati alla vita. Ora anche Giorgio e Filippo devono trovare il loro motivo speciale per cominciare a vivere senza forse. Ma non sempre chi ci è accanto è sincero del tutto. Clo non riesce a condividere la sua più grande speranza per il futuro. Perché a volte si è troppo giovani per capire che esiste qualcuno pronto ad ascoltare. Perché a volte ci sono segreti che non si è pronti a rivelare. Per farlo bisogna realizzare che non bisogna temere l'arrivo della felicità per toccarla davvero.


vorrei-che-fosse-gia-domani

TRAMA
Al liceo è giorno di manifestazione. Nei corridoi deserti, Paolo cerca agitato tra i suoi post-it quello su cui ha annotato le coordinate per arrivare in classe. Ormai non può più farne a meno. 

Perché da quando, tre anni prima, un brutto incidente gli ha fatto perdere il senso dell'orientamento, la sua vita è diventata un insieme di istruzioni numeriche, che gli permettono di confondersi tra gli altri, di sembrare uno come tanti. 

Ma all'improvviso, in un momento di distrazione, il suo sguardo incrocia due profondi occhi verdi. Quelli dell'esuberante Cristina che, dopo settimane di assenza, si è decisa a darla vinta a sua madre e a rientrare a scuola, anche se non ne ha alcuna voglia. Il loro incontro dura un attimo. Ma quell'attimo indimenticabile è sufficiente a cambiare ogni cosa. 

A poco a poco, tra bigliettini scambiati di nascosto sotto il banco e pomeriggi passati sui libri, Cristina, mossa da una curiosità che non riesce neanche a spiegarsi, rompe il guscio dentro al quale Paolo si è rinchiuso. Gli fa capire che l'invisibilità non è la soluzione a tutti i problemi. 

E Paolo, finalmente pronto a lasciarsi andare di nuovo, convince Cristina a non rinunciare alla propria unicità. Insieme sentono di poter superare ogni ostacolo ed essere sé stessi di fronte al mondo, che fa sempre un po' paura. Per questo vorrebbero che il tempo a loro disposizione non finisse mai e che fosse sempre domani, per iniziare ogni giornata mano nella mano. 

Ma il passato torna a far visita a Paolo e lo costringe a prendere una delle decisioni più difficili. Perché non c'è legame più forte di quello che si conquista ogni giorno. Un legame che niente può spezzare. Nemmeno un tempo che sembra infinito.


la-scrittrice-del-mistero

TRAMA
Per Vani fare la ghostwriter è il lavoro ideale. Non solo perché così può scrivere nel chiuso della sua casa, in compagnia dei libri e lontano dal resto dell'umanità per la quale non ha una grande simpatia. Ma soprattutto perché può sfruttare al meglio il suo dono di capire al volo le persone, di emulare i loro gesti, di anticipare i loro pensieri, di ricreare perfettamente il loro stile di scrittura. 

Una empatia innata che il suo datore di lavoro sa come sfruttare al meglio. Lui sa che solo Vani è in grado di mettersi nei panni di uno dei più famosi autori viventi di thriller del mondo. E non importa se le chiede di scrivere una storia che nulla ha a che fare con i padri del genere giallo che lei adora da Dashiell Hammett a Ian Fleming passando per Patricia Highsmith. Vani è comunque la migliore. 

Tanto che la polizia si è accorta delle sue doti intuitive e le ha chiesto di collaborare. E non con un commissario qualsiasi, bensì Berganza la copia vivente dei protagonisti di Raymond Chandler: impermeabile beige e sigaretta sempre in bocca. Sono mesi ormai che i due fanno indagini a braccetto. Ma tra un interrogatorio e l'altro, tra un colpo di genio di Vani e l'altro qualcosa di più profondo li unisce. E ora non ci sono più scuse, non ci sono più ostacoli: l'amore può trionfare. O in qualunque modo Vani voglia chiamare quei crampi allo stomaco che sente ogni volta che sono insieme. 

Eppure la vita di una ghostwriter non ha nulla a che fare con un romanzo rosa, l'happy ending va conquistato, agognato, sospirato. Perché il nuovo caso su cui Vani si trova a lavorare è molto più personale di altri: qualcuno minaccia di morte Riccardo, il suo ex fidanzato. Andare oltre il suo astio per aiutarlo è difficile e proteggere la sua nuova relazione lo è ancora di più. Vani sta per scoprire che la mente umana ha abissi oscuri e che può tessere trame ordite del più bravo degli scrittori.



frammenti-di-felicità

TRAMA
Nel bel mezzo dell'oceano Pacifico c'è una piccola isola dove la terra incontra il cielo e il mare è così cristallino da riempire gli occhi di meraviglia. È qui che Kat ha scelto di vivere trovando nelle onde calde di sole e nelle distese di sabbia bianchissima frammenti di una felicità più grande

Una felicità costruita con pazienza, pezzo dopo pezzo, e che ora è pronta a condividere con le amiche di una vita. Per questo invia a ognuna di loro una lettera: per sfidarle a rischiare, a lasciarsi alle spalle tutto quello che non ha funzionato e ricominciare insieme all'ombra delle palme fijane. Nessuno saprebbe resistere a una proposta tanto allettante. 

Nemmeno Sina, madre single con un figlio egoista e arrogante. O Maya, a cui la vita sta scivolando tra le dita un poco ogni giorno. O ancora Ingrid, troppo abituata alla solitudine, e Lisbeth, prigioniera delle apparenze. Armate solo di intraprendenza ed entusiasmo, le quattro amiche trovano il coraggio di trasferirsi sull'isola e, sotto la guida sapiente di Kat, danno vita a una piccola fabbrica di cioccolato. 

Un luogo speciale, dove imparano a racchiudere in bocconi cremosi e vellutati tutto il loro amore per la vita. Un luogo dove, istante dopo istante, avvolte dall'aroma intenso del cacao, riscoprono una nuova forma di leggerezza e arrivano a gustare il sapore dolce della libertà. 

Ma anche in un paradiso come questo, dove il tempo sembra essersi fermato in un eterno presente, è impossibile non fare i conti con l'ombra lunga del passato. Sina, Maya, Ingrid, Lisbeth e la stessa Kat non tarderanno a confrontarsi con i segreti che ognuna di loro si porta dentro e che rischiano di mettere a dura prova il loro legame e tutto quello che hanno costruito insieme.



promessa-d'aprile
TRAMA
Avril è una giovane donna «normale»: ha un lavoro, degli amici e vive ancora nella stessa casa dove ha abitato con Jean, il suo primo grande amore, immersa nei ricordi della loro vita insieme. Quando si sono lasciati, lui le ha fatto promettere che se a trentacinque anni fossero stati ancora single, avrebbero dovuto darsi una seconda occasione e fare un figlio insieme. 

Lei soddisfa tutti i criteri del patto perché ha da poco festeggiato il suo trentacinquesimo compleanno e non si è sposata. Avere un figlio, poi, è un’idea che la attira parecchio. Anche Jean ha da poco compiuto trentacinque anni, ma potrebbe essersi sposato, avere avuto dei figli o, più semplicemente, essersi dimenticato di lei e della promessa. 

Mirza, la vicina ottantenne di Avril, cerca di convincerla a vivere il presente cogliendone tutte le opportunità, ma lei muore dalla voglia di rivedere Jean e di rivivere la magia del passato. Ancora una volta però il dubbio la tormenta e deve decidere quale svolta dare alla sua vita che nel frattempo, suo malgrado, non si ferma mai… 


figlie-del-mare

TRAMA
Corea, 1943. Hana è una pescatrice di perle, una professione che si trasmette da madre a figlia, donne fiere e indipendenti. È cresciuta sotto il dominio giapponese, non conosce altro. Ed è felice quando nasce una sorellina, Emiko, perché con lei potrà condividere le acque del mare che bagnano l'isola di Jeju, la loro casa. 

Ma i suoi sogni si infrangono il giorno in cui, per salvare Emiko da un destino atroce, viene catturata e deportata in Manciuria. Lì, lontana dalla famiglia e da tutto ciò che conosceva, verrà imprigionata in una casa chiusa gestita dall'esercito giapponese. Ma una figlia del mare non può arrendersi senza lottare, e Hana sa che dovrà fare ricorso a tutte le sue forze per riconquistare la libertà e tornare a casa. 

Corea del Sud, 2011. Emiko ha trascorso gli ultimi sessant'anni della sua vita cercando di dimenticare il sacrificio di sua sorella, ma non potrà mai trovare la pace continuando a fuggire dal passato. I suoi figli e il suo Paese vivono ormai una vita serena... Ma lei riuscirà a superare le conseguenze della guerra e a perdonare se stessa?



mi-dicevano-che-ero-troppo-sensibile
TRAMA
«Ho sempre saputo di essere troppo sensibile. Fin da quando ero piccola mi accorgevo di non percepire le cose come gli altri bambini, ma di sentirle in maniera molto più profonda, intensa, lacerante, da qualche parte fra il cuore e la pancia. Però non riuscivo a esprimerle in nessun modo...» È così che Federica Bosco ci introduce tra i chiaroscuri di un universo ancora sconosciuto, spesso trascurato persino dalla psicologia e dai tanti specialisti che dovrebbero occuparsi delle mille sfumature dell'animo umano. 

Un universo popolato da creature particolarmente 'frangibili', dotate di antenne che percepiscono con la potenza di radar le gioie e il dolore altrui, che si sentono diverse dai più, e spesso a disagio, che temono i rumori e qualunque stimolo violento, che si definiscono certamente 'difficili', ma anche creative, generose ed empatiche. Insomma, creature ipersensibili. 

Ed è nel loro mondo segreto, tra le sfumature di personalità complesse e affascinanti, tra idiosincrasie e virtù, che ci porta per mano una delle scrittrici italiane più amate, firmando un libro che è insieme un manuale e un'intima confessione, capace di dare a chi fino a oggi si è sentito solo e incompreso il coraggio, l'autostima e la forza per alzare la testa. Mettere le ali. E scoprire che quello che credevano un handicap in realtà può essere uno straordinario superpotere.



sabato 19 maggio 2018

Gemelle

Buongiorno lettori! :)
Oggi vi parlo di un libro che mi ha incuriosito fin dalla copertina in libreria.
Si tratta di "Gemelle" di Giulia Besa edito da Giunti.

Si tratta di un libro che viene definito thriller psicologico, anche se in realtà lo definirei un romanzo psicologico e non un thriller, in quanto non ci sono le caratteristiche tipiche del thriller. 

Le protagoniste sono 2 gemelle, Vera e Celeste, che fisicamente sono identiche, ma caratterialmente sono l'opposto. Vera è la gemella più brava a scuola, più timida e nerd a cui piace giocare ai videogiochi, Celeste è la tipica ragazza vanitosa, che tutti i ragazzi della scuola vorrebbero e a cui piace truccarsi e partecipare alle feste.

Una mattina Celeste, dopo aver passato la notte a casa del fidanzato torna a casa piangendo e di corsa esce di nuovo con le chiavi della casa dei nonni. La sorella Vera non fa a tempo a chiedere nulla, così decide di capire da sola cosa è successo alla sorella.
Dopo averla trovata a casa dei nonni, Vera nota che la sorella non vuole parlare e addirittura non vuole mangiare, Vera così decide di agire e di travestirsi da Celeste, truccarsi e farsi bella per scoprire cosa è realmente successo alla sorella.

Naturalmente solo alla fine del romanzo si scoprirà la verità!
Devo dire che è un romanzo semplice, adatto soprattutto ai giovani e agli adolescenti che tratta tematiche molto importanti come il bullismo, l'adolescenza, le difficoltà familiari ecc...
Lo stile è scorrevole e si legge molto volentieri.

Come sempre vi lascio la trama e il link Amazon!

TRAMA
Quando Celeste, la ragazza più popolare della scuola, abbandona inspiegabilmente il liceo appena prima della maturità, Vera, la gemella più chiusa e seriosa, decide di scoprire cosa abbia sconvolto la sorella. Per indagare si traveste da lei, immergendosi nel suo mondo scintillante. Ma così facendo si imbatte in segreti inconfessabili e aspetti imprevedibili delle persone che le stanno accanto: Massimo, fidanzato di Celeste, che Vera ha sempre considerato solo uno sbruffone arrogante e superficiale; Paolo, l'unico amico che Vera abbia mai avuto; e persino il padre, severo, ma all'apparenza equilibrato e imparziale...
Dietro la superficie limpida della vita sua e della sorella, Vera scopre ombre, tradimenti ma anche di potersi ritrovare con stupore innamorata. E, parallelamente, si apriranno per Celeste prospettive che mai avrebbe immaginato.


domenica 29 aprile 2018

Le tribolazioni di un italiano in Cina

Buonasera lettori e lettrici! 😉 Questa sera vi parlo di un libro mandato gentilmente dall'autore stesso che ringrazio!
Il titolo è "Le tribolazioni di un italiano in Cina" di Andrea Pasquale. 
Già dal titolo e dalla copertina si intuisce che è un romanzo umoristico, anche se nello stesso tempo è un romanzo vero, che racconta episodi di un viaggio vissuto realmente e quindi autobiografico.


L'autore infatti racconta la sua esperienza in Cina, viaggio che ha fatto trovando un annuncio di lavoro di insegnante dopo la laurea in Relazioni Internazionali e dopo essere stato in altri paesi del mondo. 

L'autore con un linguaggio semplice, che lui stesso definisce "da blog" e con qualche parola dialettale e schietta racconta il viaggio e la permanenza in Cina, raccontando la vita quotidiana cinese e i rapporti con le persone che ha incontrato. 

Il romanzo, oltre a raccontare i vari episodi permette anche di farci conoscere la Cina con le sue tradizioni e la sua cultura.

Situazioni bizzarre, comiche, romantiche e paurose si alternano facendoci vivere in prima persona gli episodi vissuti dall'autore stesso. 

Molto originale la struttura dei capitoli che sono introdotti da canzoni di vari cantanti che sono legate al capitolo stesso, quindi una specie di introduzione al capitolo. 

A me personalmente è piaciuto molto, fa veramente suscitare qualche risata e lo consiglio in quanto è scorrevole, semplice e si legge volentieri tutto d'un fiato! 

E' un romanzo adatto anche per essere portato in vacanza, in quanto si può leggere tranquillamente e rilassarsi. 
Che dire... semplicemente fantastico e originale, oltre a essere umoristico, permette di riflettere su alcuni temi importanti come la ricerca di lavoro all'estero e molti altri! 

Come sempre vi lascio il link amazon e la trama.



TRAMA
Il Butre è un giovane neolaureato degli anni Duemila dall’animo nerd e dagli ingenui sogni di gloria. A seguito di mesi e mesi di fallimentari colloqui di lavoro, un invitante stage in Cina lo convince a fare le valigie e volare a Pechino. Ad accoglierlo trova il fastidioso Peter, autista cinese dall’inglese incerto, il quale ben presto si rivelerà essere un truffaldino tuttofare, un pessimo uomo e un campione mondiale di sputi. Il Butre diventerà così protagonista di un tragicomico viaggio fra Pechino, Tianjin e Wuhan che lo porterà a scontrarsi con i raggiri del suo autista, a imbattersi in un amore inaspettato e a incappare in situazioni ai limiti dell’umana sopportazione. Nel suo determinato tentativo di vendicarsi di Peter, scoprirà infine il lato chiaro di quel grande mistero chiamato Cina. “Le Tribolazioni di un italiano in Cina” è una storia autobiografica realmente accaduta e rappresenta l’inizio di un’avventura molto più grande che ha portato l’autore a vivere nel “Celeste Impero” per molti anni a seguire.

domenica 8 aprile 2018

I segreti di mia sorella

Buonasera e buona domenica lettori! :) Oggi vi racconto la storia di un libro thriller che fin dalla trama mi aveva incuriosito.
Il titolo è "I segreti di mia sorella" e l'autrice è Nuala Ellwood.

La protagonista è Kate, una giornalista di ritorno dalla Siria, dove ha vissuto e raccontato gli orrori della guerra. Da sempre ha avuto un rapporto difficile con la sorella Sally, vittima dell'alcol da quando la figlia è scappata di casa e non ha dato più notizie.
All'arrivo, Kate trova il cognato che la porta dall'aeroporto alla casa d'infanzia.

Qui da subito Kate non si trova a suo agio, in quanto le ritornano in mente tutti i ricordi legati all'infanzia, un'infanzia difficile grazie al padre alcolizzato e violento e alla perdita di suo fratello.

Di notte Kate sente dei lamenti e quando si affaccia dalla finestra della camera le sembra di vedere un bambino. Così indaga andando a casa della vicina, ma lei dice di non avere figli... Kate racconta del bambino anche al cognato, ma probabilmente sono solo allucinazioni da tutto ciò che ha visto in Siria. Tuttavia Kate non si arrende e quando sente ancora delle voci e vede il bambino nel giardino, chiama la polizia, però quest'ultima dopo aver perquisito la casa della vicina e non trovando nulla, ritiene che Kate sia pazza.

Il finale del libro chiarirà tutta la storia e si arriverà a capire se esiste davvero quel bambino e soprattutto chi è! 

Il personaggio di Kate è un personaggio molto forte, che non si arrende facilmente; il libro viene narrato in prima persona, per cui il lettore facilmente si affeziona.
Lo stile dell'autrice a mio avviso è sia crudo in alcune parti, soprattutto quando ci sono i ricordi dell'infanzia, ma anche dolce quando viene descritto il rapporto che lega le sorelle.
Il libro alterna capitoli in cui Kate parla con la polizia e la psicologa e capitoli in cui viene narrata la storia. 
La storia è semplice, una trama rispecchiata anche in alcuni film thriller, tuttavia è un libro carino da leggere e che tiene il fiato sospeso fino alla fine!

Se lo avete letto anche voi fatemi sapere che ne pensate sui social!

LINK AMAZON




TRAMA
È notte quando Kate arriva in stazione. Sua sorella Sally non è venuta a prenderla e forse è meglio così; Kate non avrebbe avuto la forza di affrontare un litigio. È appena tornata dalla Siria, dove lavora come corrispondente di guerra, e ha già abbastanza incubi. Ecco perché, nel momento in cui viene svegliata da un grido nella vecchia casa della madre, Kate crede che sia frutto della sua immaginazione. Eppure lo sente ancora. C'è qualcuno, nel giardino dei vicini. Un bambino che chiede aiuto. Non appena Kate esce per soccorrerlo, il bambino è sparito. Il giorno dopo, va a bussare alla porta della vicina, la quale sostiene di non avere figli. Kate allora prova a parlarne con Sally, ma nemmeno lei le crede, anzi l'accusa di stare crollando, schiacciata dal senso di colpa per un altro bambino che non è riuscita a salvare. Tuttavia Kate è sicura di non essersi inventata nulla e non si arrenderà finché non avrà scoperto la verità...

sabato 10 marzo 2018

Novità di marzo

Buongiorno cari lettori e buon sabato! 😉 oggi vi segnalo alcune novità librarie che mi hanno colpito in libreria e in biblioteca! 
Buona lettura!!!

TRAMA
«Tra i boschi e le pareti rocciose a strapiombo, giù nell'orrido che conduce al torrente, tra le pozze d'acqua smeraldo che profuma di ghiaccio, qualcosa si nasconde. 

Me lo dicono le tracce di sangue, me lo dice l'esperienza: è successo, ma potrebbe risuccedere. Questo è solo l'inizio. Qualcosa di sconvolgente è accaduto, tra queste montagne. 

Qualcosa che richiede tutta la mia abilità investigativa. Sono un commissario di polizia specializzato in profiling, e ogni giorno cammino sopra l'inferno. Non è la pistola, non è la divisa: è la mia mente la vera arma. Ma proprio lei mi sta tradendo. 
Non il corpo acciaccato dall'età che avanza, non il mio cuore tormentato. 
La mia lucidità è a rischio, e questo significa che lo è anche l'indagine. Mi chiamo Teresa Battaglia, ho un segreto che non oso confessare nemmeno a me stessa, e per la prima volta nella vita ho paura.





TRAMA
Margherita ha trentaquattro anni e un lavoro che ama. È bella, ricca ma disperatamente incapace di superare sia la scomparsa dell’adorato papà, morto all’improvviso otto anni prima, sia l’abbandono del fidanzato che l’ha lasciata senza troppe spiegazioni. 
Dopo un grave incidente d’auto si risveglia in ospedale. Qui incontra una signora anziana che da poco è stata operata al femore. 

Anna, oggi settantaseienne – nata poverissima, «venduta» come sguattera da bambina – ha trascorso la vita in compagnia di un marito gretto e di una figlia meschina, eppure ha conservato una gioia di vivere straordinaria. 

Merito delle misteriose lettere che, da più di mezzo secolo, scrive e riceve ogni settimana.
I mondi di queste due donne sono lontanissimi: non fossero state costrette a condividere la stessa stanza, non si sarebbero mai rivolte la parola. 
Dopo i primi tempestosi scontri, però, fuori dall’ospedale il cortocircuito scatenato dalla loro improbabile amicizia cambierà in meglio la vita di entrambe.




TRAMA
Maddy aveva una vita serena. Era una moglie amorevole e una madre meravigliosa, il pilastro della famiglia. O almeno così credevano Brady, il marito, e Eve, la fglia, prima che Maddy si gettasse dal tetto della biblioteca. 

Adesso, nessuno dei due sa cosa pensare. E poi Brady non ha idea di come mandare avanti una casa, né tantomeno come comunicare con la figlia adolescente. Anche per Eve non è facile avvicinarsi al padre, sempre troppo impegnato col lavoro, e nemmeno convivere col senso di colpa per tutte le volte in cui il suo egoismo le ha impedito di dimostrare alla madre l'affetto che meritava. 

Eppure Brady ed Eve non sono soli: Maddy è ancora lì, accanto a loro, e non ha perso un briciolo della sua vitalità e caparbietà. Ed è convinta di poterli aiutare a superare il lutto. Cominciando con l'introdurre nella loro vita Rory, una dolce e sorridente maestra elementare, che Maddy spera possa diventare una buona amica per Eve e una nuova moglie per Brady. In effetti, grazie all'influenza benefica di Rory, a poco a poco Brady ed Eve impareranno a farsi forza a vicenda e, insieme, troveranno il coraggio di cercare le risposte alle domande che li tormentano. 
E scopriranno che, a volte, la verità è molto più sorprendente di quanto non ci si aspetti.





TRAMA
È notte quando Kate arriva in stazione. Sua sorella Sally non è venuta a prenderla e forse è meglio così; Kate non avrebbe avuto la forza di affrontare un litigio. 

È appena tornata dalla Siria, dove lavora come corrispondente di guerra, e ha già abbastanza incubi. Ecco perché, nel momento in cui viene svegliata da un grido nella vecchia casa della madre, Kate crede che sia frutto della sua immaginazione. Eppure lo sente ancora. C'è qualcuno, nel giardino dei vicini. Un bambino che chiede aiuto. Non appena Kate esce per soccorrerlo, il bambino è sparito

Il giorno dopo, va a bussare alla porta della vicina, la quale sostiene di non avere figli. Kate allora prova a parlarne con Sally, ma nemmeno lei le crede, anzi l'accusa di stare crollando, schiacciata dal senso di colpa per un altro bambino che non è riuscita a salvare. 
Tuttavia Kate è sicura di non essersi inventata nulla e non si arrenderà finché non avrà scoperto la verità.




TRAMA
Non è così che Marco immaginava il futuro, quando ha lasciato la Sicilia per Milano. Si aspettava la gavetta, questo sì. Ma pensava che avrebbe presto combinato Qualcosa di Serio, magari con la musica. Poi invece… la crisi, l’affitto, il lavoro che non c’è e se lo trovi è bene tenertelo anche se non ti piace. 

Gli anni volano via mentre lui fotocopia le sue giornate nell’open space dove scrive annunci pubblicitari per otto euro l’ora. Fino alla Settimana che Cambia Tutto, quella in cui prima viene sfrattato e poi, con tre quarti dell’open space, licenziato. Catastrofe.
Ma lo è davvero? Perché non approfittarne per provare a fare qualcosa che gli piaccia davvero? E a Marco piacciono moltissimo diverse cose: la musica, il sesso, il cibo. Non per forza in quest’ordine. 

Nasce così il foodblog dell’Uomo Senza Tonno, il barbuto «scièf» a domicilio che prima conquista il web e poi, una cena per volta, seduce Milano e dintorni con i suoi piatti stravaganti, spesso arditi, capaci di far sorridere anche i palati più severi. Mentre fioccano i clienti e con loro incontri e situazioni impreviste, in una sarabanda di cucine, città e menu, Marco parte per un viaggio che lo porterà parecchio fuori dalle rotte già tracciate. 
Ma al centro esatto di questa cosa imprevedibile chiamata vita.



TRAMA
Dieci anni prima. Sasha sta per morire. Sa cos'è successo alle altre vittime dello Sposo e ormai sono giorni che lui la tiene prigioniera. Presto il killer ucciderà anche lei. Ma ecco che accade il miracolo... 

Oggi. Sasha era scappata il più lontano possibile dalla sua città natale, dove tutto le ricordava lo Sposo e le torture che aveva subito. Eppure adesso è stanca di nascondersi: il suo sogno è sempre stato quello di gestire il bed & breakfast di famiglia e per lei è arrivato il momento di realizzarlo. Non appena rivede Cole, però, si rende conto che aveva anche un altro motivo per tornare... Cole non si è mai perdonato per quanto accaduto quella notte. 

Avrebbe dovuto accompagnare Sasha, invece l'ha lasciata andare a casa da sola. E lo Sposo l'ha rapita. Tuttavia, ora che il destino gli sta dando una seconda occasione, Cole è determinato a coglierla. E non si lascia intimidire nemmeno quando Sasha inizia a ricevere strane minacce e inquietanti telefonate anonime. Questa volta Cole riuscirà a proteggere la donna che ama o lo Sposo finirà ciò che aveva iniziato?



TRAMA
Rigogliose piante di un verde smeraldo addobbano il patio dove si svolge la cena. Isabel è lì su invito di un’ambasciata spagnola in Africa. Tutti credono che sia una giovane fotografa con la voglia di immortalare i colori e i panorami di quella terra bruciata dal sole. Ma non è questa la verità. Isabel sta cercando qualcuno. Sta cercando, per conto dei suoi genitori, Ezequiel, che si è lasciato tutto alle spalle per ritrovare sé stesso. 

È stato un uomo a fargli credere di non aver bisogno di null’altro, Maína, che con il suo potere carismatico di persuasione ha legato a sé diverse persone che come Ezequiel si sentivano perse. Perse come amanti silenziosi in cerca d’amore. Isabel deve salvarlo. 

Deve farlo perché non ci è riuscita con suo fratello che si è affidato a qualcuno con le stesse capacità manipolatorie. Per questo ha accettato questa strana missione, apparentemente semplice: trovare Ezequiel e capire se sta bene. Ma quando Isabel incontra finalmente il ragazzo e conosce Maína capisce che dietro l’obiettivo di regalare nuove prospettive di vita a chi credeva di non averne si cela qualcosa di molto più grande. 

Attraversando i piccoli villaggi e la natura incontaminata, Isabel si accorge di strani movimenti, nei quali sembra invischiato anche Ezequiel. C’è qualcosa che non torna. Eppure sa che non può fare troppe domande. Perché rischia di essere condizionata e di perdere anche lei il controllo. Perché la sua copertura di fotografa può cadere da un momento all’altro. Perché da sola non è facile farsi scudo da una rete di intrighi e loschi affari. 




TRAMA
Per l'imprenditore Maximilien Vogue la giornata è iniziata con il piede sbagliato. Ha di nuovo litigato con la fidanzata che ora, stanca delle continue discussioni, gli porge un volantino con l'indirizzo di un corso insolito. Un corso tenuto da una donna a dir poco stravagante. Si chiama Romane e di professione combatte l'arroganza sempre più diffusa. 

È convinta che il mondo sarebbe un posto migliore se tutti praticassimo la gentilezza. Lei sa come insegnarla e offre un biglietto di sola andata per la felicità a chi sceglie di mettersi in gioco. Da buon scettico, Maximilien non crede a una sola di queste parole. Ma poi, un po' per gioco un po' per curiosità, decide di iscriversi al corso. Dapprima i consigli di Romane gli sembrano solo delle semplici banalità. Eppure, a poco a poco, si accorge che lo stanno cambiando. 

Scopre che basta un piccolo gesto al giorno per ritrovare il piacere della condivisione e la bellezza della quotidianità: al mattino dedicare almeno un'ora a prendersi cura di una piantina, contare quanti «grazie» riusciamo a dire prima di andare a letto, imparare a riconoscere e accettare gli errori commessi durante la giornata. 

E si rende conto che non c'è niente di meglio che trascorrere del tempo con gli amici e riprendere la buona vecchia abitudine di stringere la mano per ritrovare rapporti autentici e duraturi. Perché è solo mostrando il nostro lato più sensibile e attento alle esigenze degli altri che possiamo cambiare la nostra vita e raggiungere felicità. Quella vera che, una volta trovata, non si può più dimenticare.



TRAMA
Il mondo è popolato solo da adolescenti che hanno tra 15 e 18 anni: gli unici sopravvissuti al virus U4. Ko-ridwen vive in una fattoria isolata in Bretagna dove, da sola, prova a rimettere in piedi la propria vita. Fino al giorno in cui tutto cambia. Fino al giorno in cui scopre di essere la prescelta per fermare il virus nella sua corsa mortale. Koridwen non capisce perché abbiano scelto proprio a lei, ma non può non rispondere al misterioso appello che ha ricevuto da Khronos, il game master di Warriors of Time, il videogioco online di cui era appassionata prima della catastrofe: deve trovarsi il 24 dicembre a mezzanotte sotto l’orologio più antico di Parigi. 

Spetta a lei salvare il mondo. Koridwen ha paura, eppure sa che c’è una sola cosa che può darle la forza di affrontare il suo destino: la lettera che la nonna le ha lasciato e che le rivelerà il segreto che si nasconde nel suo nome. Quello che trova arrivata nella capitale francese è una realtà totalmente nel caos: il cibo scarseggia, le comunicazioni sono impossibili, non c’è elettricità e i monumenti più importanti della città sono stati presi d’assalto. Ko-ridwen deve fare di tutto per proteggere la sua vita e raggiungere il luogo dell’appuntamento. Ma non è sola. Con lei altri tre ragazzi, altri tre prescelti: Jules che ha tra le mani segreti che non può svelare; Stéphane, convinta che il padre medico non sia morto; e Yannis, assetato di vendetta per la morte della sorellina. Insieme sono l’unica speranza di salvezza per l’umanità. 

Non c’è tempo per la paura, i dubbi, le incertezze: anche se sono solo quattro ragazzi devono sfoderare il loro coraggio e tutte le loro risorse. Perché nessuno sa cosa li aspetta. Nessuno sa cosa dovranno affrontare. Nessuno sa perché è toccato proprio a loro. L’unica cosa sicura è che il futuro nelle loro mani.

   


TRAMA
Nel cuore di York, nel Nord dell’Inghilterra, c’è una piccola e fornitissima libreria. È il rifugio preferito della giovane Loveday Cardew. L’unico luogo che sia mai riuscita a chiamare casa. Solo qui si sente al sicuro. Solo qui può prendersi cura dei libri proprio come i libri si prendono cura di lei. 

Perché è attraverso le loro pagine che la giovane libraia riesce a comunicare le emozioni e i sentimenti più profondi: la solitudine di Anna Karenina; la gioia di vivere di La fiera della vanità; le passioni travolgenti di Cime tempestose. Fino al giorno in cui comincia a ricevere misteriosi pacchi ricolmi dei libri con cui è cresciuta, e inizia a pensare che qualcuno stia cercando di mandarle un messaggio. 

Qualcuno che, forse, la conosce bene e che conosce anche la sua infanzia, divisa tra una madre assente e una donna che ha cercato di esserne il sostituto. Un’infanzia piena di ricordi difficili. Loveday non ha la minima idea di chi possa essere e del motivo per cui il misterioso mittente si ostini a non lasciarla in pace. Sa solo che non può più continuare a nascondersi e a fare finta di niente: se vuole costruirsi un futuro diverso, migliore, deve affrontare il passato che ha fatto di tutto per lasciarsi alle spalle. Al suo fianco, pronto ad aiutarla a raccogliere tutto il coraggio di cui ha bisogno, c’è il brillante e dolcissimo Nathan, poeta in erba, l’unico che sembra conoscere la strada per arrivare al suo cuore. 

A poco a poco, con i suoi versi pieni di speranza, riesce a scalfire il guscio che Loveday si è costruita intorno e a regalarle la promessa di una felicità che lei, in fondo, non vede l’ora di afferrare.