} S Pink Premium Pointer S Pink Premium Pointer

lunedì 27 maggio 2019

Oblivion

Buongiorno a tutti lettori e lettrici! 😉 Oggi vi parlo di "Oblivion" libro di un'autrice emergente Aurora Stella che gentilmente l'agenzia letteraria Saper Scrivere mi ha mandato e che ringrazio molto :)

oblivion
Dalla copertina si può dedurre che è un libro di genere distopico, di fantascienza che descrive un mondo futuro particolare e fuori dagli schemi.

Nel libro si parla di 3 mondi: l'aldisopra, l'aldisotto e l'aldifuori.

Nell'aldisopra vive Eridan, il primo protagonista del libro, che grazie al nonno scopre che il suo mondo è chiuso e fittizio. Il loro popolo vive legato alla natura, Eridan infatti sa fare il fuoco e grazie al suo canto riesce a comunicare con gli alberi e a procurarsi cibo e acqua. Nel mondo dell'aldisopra praticamente si vive come vivere in una foresta.
Solo che purtroppo Eridan è stato condannato a scendere nel mondo dell'aldisotto, considerato il mondo dei demoni e sarà proprio qui che incontrerà Nara, la seconda protagonista del libro che vive in un mondo molto diverso da quello di Eridan.

Il mondo dell'aldisotto è un mondo tecnologico, dove la tecnologia assume un ruolo negativo, come quello di alcune macchine usate per procreare e quindi per diffondere la specie.
La famiglia di Nara è costituita soltanto da una macchina robot che la aiuta e quindi dopo la sua nascita anche lei va alla scoperta del suo mondo. Grazie a una amica riesce a scoprire che anche questo è un mondo fittizio, chiuso come in una bolla e quindi anche Nara si mette alla ricerca della verità.

I due mondi vengono presentati come illusioni, mondi finti in cui le persone vengono manipolate e non sono dotate di emozioni.
Una volta giunto nel mondo dell'aldisotto Eridan si trova spaesato e Nara all'inizio spaventata e un po' diffidente di questo essere umano "diverso" cerca di comunicare con lui. Riescono a comunicare attraverso il canto e insieme cercheranno una via d'uscita, di uscire dai quei mondi e raggiungere l'aldifuori, ci riusciranno?

Sta a voi scoprirlo!

L'autrice ha uno stile descrittivo molto dettagliato che mentre leggevo nella mia mente già immaginavo le varie ambientazioni e i personaggi.
Ci sono molti colpi di scena fino al finale e questo incolla il lettore dall'inizio alla fine del libro.
Da questo libro ho ricavato vari temi: andare oltre alle apparenze, non fermarsi alle cose fittizie e lottare per raggiungere la verità.

Buona lettura e alla prossima!







TRAMA

Se la nostra gente volesse, grazie agli alberi, potrebbe accorciare notevolmente le distanze, ma poi ci si renderebbe conto della tragedia che ci circonda, le persone conoscerebbero la Verità» continua. «Quale Verità?» domando incuriosito «Che il nostro mondo è un mondo chiuso»
In procinto di essere sacrificato al Demone che governa l'Aldisotto, Eridan scopre una verità che porterà con sé: il mondo in cui vivono è un luogo chiuso.
Il suo nome, tra la sua gente, verrà dimenticato. L'amore per la famiglia e per la promessa sposa lo hanno portato a compire un passo falso e a divenire un sacrilego. 
Il segreto che il nonno gli rivela, poco prima della cerimonia che lo condannerà a morte, contiene in sé un barlume di speranza: qualcuno di loro, condannato alla sua stessa sorte, è riuscito a salvarsi. Non tutto, quindi, sembra essere perduto.
Nell'Aldisotto, nata da un utero artificiale, Nara muove i primi passi in un ambiente ostile. Gli esseri umani che lo abitano, solo in apparenza, sembrano essere civili.
Quando i due ragazzi si incontreranno, per entrambi si aprirà una nuova consapevolezza. Costretti a fuggire per salvare le loro vite, dovranno misurarsi con forze più grandi di loro, cercare di ripristinare l'equilibrio tra le loro genti e ricordare ciò che, da tempo immemore, è stato dimenticato.
Oblivion è il primo di tre libri autoconclusivi. Pur partendo da una premessa comune, le storie prendono svolte diverse per ricongiungersi in un successivo momento. I protagonisti e gli antagonisti muovendosi all'interno dei loro mondi ci accompagneranno, attraverso salti spazio-temporali, in un multiversum dove tutto sembra già essere stato scritto pur essendo , di volta in volta, nuovo.

1 commento: