} S Pink Premium Pointer

lunedì 29 gennaio 2018

Ti guarderò morire

Buonasera!!! 😉 Oggi vi parlo un romanzo Thriller che gentilmente l'autore Filippo Semplici mi ha mandato e che ringrazio. Il titolo è "Ti guarderò morire" e già dal titolo e dalla copertina si può intuire che si tratta di un thriller molto tosto e coinvolgente.

Il libro racconta di 2 giovani fidanzati Orlando e Elise che partono in moto per una vacanza tranquilla, fino a che si trovano in un paesino chiamato Borgoladro, dove decidono di fare una sosta e di prendere un po' d'acqua per il viaggio. 

Il paesino è diroccato e sembra abbandonato, invece dopo un po' i due fidanzati incontrano delle persone un pò particolari che fin dall'inizio accusano i 2 turisti di un furto, cosa in realtà non vera.

I due ragazzi tentano di fuggire dal paese, anche perché la loro vacanza deve proseguire, ma più volte gli abitanti li spingono a rimanere con la scusa di farsi ridare la collana rubata, che nessuno dei due naturalmente aveva rubato.

Da qui una serie di azioni volte alla sopravvivenza da parte dei protagonisti per salvarsi da quelle persone in un romanzo che diventa un thriller terribile e anche cruento.

Il lettore finisce con l'immedesimarsi con Orlando e con la sua forza di sopravvivere, fino ad un finale inaspettato e aperto che fa intendere un seguito.
Lo stile di scrittura è molto semplice, tuttavia fa suscitare al lettore molte emozioni, si passa dalla serenità e amore alla violenza, rabbia e tensione e il lettore rimane incollato alle righe per capire come andrà a finire!
Che dire, lo consiglio agli amanti del genere thriller e di ha voglia di leggere un libro ricco di colpi di scena!



TRAMA
Fai una vita come tanti: casa, lavoro, qualche svago. Hai una donna che ami e che ti ama. Con lei immagini il futuro, un’esistenza insieme, dei figli. Non puoi neanche immaginare che da qualche parte c’è sempre qualcuno pronto a guardarti morire.

Quando Orlando parte per una vacanza in Toscana insieme a Elise, la sua compagna, ha la testa piena di idee: buon vino, campeggi, divertimento. Ma è sulla strada del ritorno, durante una sosta a Borgoladro, che qualcosa cambia. In quel piccolo paese arroccato tra le colline, abitato da vecchi in pensione, si respira un’atmosfera ambigua. Quella gente è strana, e Orlando non tarderà a scoprire sulla sua pelle la loro vera natura omicida.
Braccato, ferito, strappato dalle braccia di Elise, sarà costretto a una sfida contro il tempo e sé stesso, se vorrà salvarla dalla furia bestiale degli abitanti. Ma mentre dovrà fare i conti con dolore e paura, troppi interrogativi emergono inquietanti: come mai quelle persone sembrano abituate a uccidere? E chi sono quelli là? E soprattutto, cosa si nasconde davvero dietro l’apparente quiete di un sonnacchioso paese toscano?
Perché tra i tanti misteri, una sola cosa è certa: a Borgoladro, nulla è quello che sembra.

BLOG DELL'AUTORE



Nessun commento:

Posta un commento